OMOCISTEINA: cos’è? Perchè è importante?

OMOCISTEINA: cos’è? Perchè è importante?

L’omocisteina è un aminoacido prodotto dal nostro organismo dalla conversione biochimica della metionina. È associata alla produzione delle vitamine B6, B9, B12 e dei folati e questo la rende un buon indice predittivo di ipovitaminosi. Coniugata all’acido glutammico e alla glicina forma il glutatione, uno dei più importanti antiossidanti che l’organismo è in grado di produrre, il quale agisce principalmente contro radicali liberi e metalli pesanti quali piombo, cadmio, mercurio e alluminio.

Iperomocisteinemia: i rischi per la salute
In casi di particolari patologie, di mutazioni del gene MTHFR, o in seguito ad uno stile di vita non equilibrato o all’assunzione di farmaci, i livelli di omocisteina nel sangue possono risultare aumentati, il che determina una condizione detta IPEROMOCISTEINEMIA, alla quale sono correlate una serie di condizioni patologiche.

L’omocisteina è considerata un importante fattore di rischio in patologie cardiovascolari associate a ictus e infarto dovuti ad aterosclerosi; sembrerebbe infatti convertire velocemente il colesterolo “buono” (HDL) in quello “cattivo” (LDL), con conseguente danneggiamento e ispessimento del rivestimento interno delle arterie.

È stato inoltre confermato il ruolo chiave dell’omocisteina quale fattore predittivo nello sviluppo di demenza senile e in alcune patologie cerebrali associate all’Alzheimer. Anche l’osteoporosi è stata fortemente associata a elevati livelli di omocisteina: le donne in post-menopausa possono avere livelli più bassi di estrogeni e questo sembra determinare un aumento dell’aminoacido nel sangue. Un aumento dell’omocisteina sembra essere connesso anche con il diabete: è stato osservato che pazienti diabetici con iperomocisteinemia presentano rischio di mortalità aumentato dell’80% rispetto ai non-diabetici con omocisteina alta.

L’iperomocisteinemia gioca un ruolo cruciale anche in gravidanza: donne con elevati livelli di omocisteina hanno infatti più difficoltà a concepire, sono a rischio di aborti precoci ripetuti e hanno due volte più probabilità di andare in contro a complicazioni durante la gravidanza stessa.

Le indagini di laboratorio nel dosaggio dell’omocisteina
Il dosaggio dell’omocisteina come analisi di laboratorio offre un’indagine d’elezione per la misurazione dei livelli di questo aminoacido nel sangue, aiutando a prevenire eventuali malattie. È importante, soprattutto per pazienti a rischio, che i livelli di omocisteina nel sangue rimangano bassi. In caso di malattie genetiche, patologie metaboliche e gravidanza si rende necessario un parere medico per potenziare la dieta con alimenti ricchi di vitamine del gruppo B, e specialmente di acido folico, al fine di abbassare il livelli di omocisteina nel sangue.

Il Laboratorio Lepetit esegue tutte le analisi per il controllo dei livelli di omocisteina senza prenotazione e nel consueto orario dei prelievi.



Nuova sede